Comune di Travesio

Ricerca rapida


< vai al contenuto centrale




Il tuo percorso: Ti trovi qui: Comune di Travesio > Amministrazione > Stemma e Gonfalone

Stemma e Gonfalone


REPUBBLICA ITALIANA

Il Presidente della Repubblica

VISTA la domanda con la quale il Sindaco di Travesio chiede la concessione di uno stemma e di un gonfalone per uso di quel Comune;
VISTI gli atti prodotti a corredo della domanda stessa;
VISTI i RR.DD. 7 giugno 1943. n. 651 e 652:
SULLA PROPOSTA del Presidente del Consiglio dei Ministri:

D E C R E T A :

Sono concessi al Comune di Travesio in provincia di Pordenone uno stemma ed un gonfalone descritti come appresso:

STEMMA: d'azzurro, alla campagna di verde attraversata da una strada romana al naturale in banda ed accompagnata nel canton sinistro del capo da un castello d'argento, murato di nero, merlato alla guelfa, aperto e finestrato di due del campo, torricellato di un pezzo centrale anch'esso finestrato del campo. Ornamenti esteriori da Comune.

GONFALONE: Drappo partito, di bianco e d'azzurro, riccamente ornato di ricami, d'argento e caricato dello stemma sopra descritto con la iscrizione centrata in argento: Comune di Travesio.

Le parti di metallo ed i cordoni saranno argentati. L'asta verticale sarà ricoperta di velluto dei colori del drappo, alternati, con bullette argentate poste a spirale. Nella freccia sarà rappresentato lo stemma del Comune e sul gambo inciso il nome. Cravatta e nastri tricolorati dai colori nazionali frangiati d'argento.

Il presidente del Consiglio dei Ministri è incaricato della esecuzione del presente Decreto, che sarà registrato alla Corte dei Conti e debitamente trascritto.

Dato a Roma addì 29 ottobre 1971

f.to Giuseppe Saragat

c.to Colombo

Reg.to alla Corte dei Conti
addì 12 gennaio 1972
Reg. n.1 Presidenza fog. n.83

f.to Fortuni

Trascritto nel Registro Araldico
dell'Archivio Centrale dello Stato
addì 26 gennaio 1972
IL SOVRINTENDENTE

f.to Carbone

Trascritto nei registri
dell'Ufficio Araldico
addì 7 febbraio 1972
Reg.anno 1971 Pag. n.48

f.to Pelosi